Skip to content

I tarocchi a basso costo, precisi e sicuri

14 novembre 2016 | servizi | no comments

Con i tarocchi a basso costo anche le persone che hanno ridotte possibilità economiche hanno l’occasione di richiedere uno o più consulti di cartomanzia per trovare risposte ai propri dubbi e ai propri interrogativi. Ovviamente, a incidere sulla qualità e sull’affidabilità dei responsi è l’abilità delle persone che si dedicano alla lettura dei tarocchi, le quali devono essere in grado di interpretare le carte nella maniera più adeguata. Nel caso in cui abbiano a che fare con due carte che in apparenza hanno un significato opposto, per esempio, sono varie le ipotesi che si possono formulare: esse, infatti, possono essere parte di uno stesso concetto, oppure assumere sfumature differenti in base al tema del consulto. Non solo: può essere che una carta faccia riferimento a un determinato oggetto e l’altra carta faccia riferimento a un altro oggetto.

Come si vede, si tratta di meccanismi che possono essere padroneggiati solo da parte di chi vanta una lunga esperienza nell’ambito dei tarocchi a basso costo. Per esempio, mentre si stanno leggendo le carte potrebbero comparire la carta della torre e quella del carro: è un tipico caso di due significati in apparenza contrapposti, dal momento che la torre è il simbolo del fallimento, mentre il carro è sinonimo di successo. Ciò non vuol dire che ci si sia infilati in un vicolo cieco, ma solo che bisogna essere capaci di cogliere la varietà e la ricchezza della simbologia che viene chiamata in causa.

Per esempio, quando si fa riferimento al successo che deriva dalla lettura della carta del carro, è indispensabile tenere presente il fatto che non esistono successi incondizionati, ma che non di rado essi sono proprio il risultato e la conseguenza di fallimenti precedenti, da cui si è tratto ispirazione e da cui sono stati ricavati insegnamenti che hanno permesso di arrivare a un esito positivo.

Condividi l'articolo

  • Delicious
  • Digg
  • Newsvine
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Twitter

Comments

There are no comments on this entry.

Add a Comment